S ì, lo so che la scoperta dell’ America è avvenuta il 12 Ottobre 1492 però ….

Il 17 aprile 1524 non è una data che bisogna imparare a memoria a scuola.

Anzi alla maggior parte delle persone dice molto poco.

giovanni da verrazzano in America

Invece dovremmo ricordarcela perché il 17 aprile 1524 Giovanni da Verrazzano, toscano della Val di Sieve, vicino a Firenze, dopo circa 2 mesi di navigazione giunge negli Stati Uniti d’America.

Nell’America vera insomma. Almeno per noi europei.

Infatti quando diciamo America pensiamo agli Stati Uniti e gli americani, per definizione sono gli statunitensi e non i cileni per esempio.

Il contrario insomma di quello che si pensava i tempi del nostro Giovanni.

Il Nuovo Mondo:l’America del Sud

Allora il nuovo mondo, quello che Colombo aveva “scoperto”, si pensava si estendesse a Sud dell’Equatore, mentre le terre del Nord, ancora inesplorate, si pensava fossero propaggini del Catai (come Marco Polo aveva chiamato la Cina).

Infatti le esplorazioni di Colombo e quelle di Vespucci e persino quelle di Magellano, che riesce ad arrivare all’altro oceano, quello Pacifico, come lo chiama lui, passano da Sud.

Il nuovo continente viene chiamato America per onorare Amerigo Vespucci che per primo ha la consapevolezza di essere in una terra nuova e non in India.

Ma sempre di America centrale o del Sud si tratta.

La Spagna di Isabella di Castiglia aveva finanziato Colombo, la Spagna di Ferdinando d’Aragona aveva finanziato Vespucci e la Spagna di Carlo V aveva finanziato Magellano. E tutti si erano concentrati al Sud.

Francesco I di Francia

S ulla scena mondiale c’era però un altro attore che non voleva rimanere in disparte.

La Francia di Francesco I reclama il proprio spazio.

Così nel 1522 è proprio Francesco I, che pochi anni prima aveva ospitato Leonardo da Vinci nei suoi castelli, ad incaricare Giovanni da Verrazzano di cercare un passaggio a Nordovest: raggiungere il Catai. Cercava una scorciatoia per arrivare in India senza dover percorrere la rotta spagnola di Magellano o quella portoghese che circumnavigava l’Africa.

 

L e nuove scoperte

Giovanni da Verrazzano naviga quindi verso Nord ma non arriverà mai in Cina, arriverà invece con una navigazione di 1.800 km, sulla East Coast:

lands in America discovered by Verrazzano

 

Selva dei Lauri (South Carolina)

The Annunciation (North Carolina)

Arcadia (Washington DC)

Vendoma (Delaware)

St. Margaret’s Bay Angolemme (New York)

Refuge (Connecticut)

Land of Mala Gente (Massachusetts)

Breton Land (Nova Scotia)

 

E’ il primo europeo a mettere piede a Manhattan!

Giovanni così scrive: Il 17 aprile 1524 “trovammo un sito molto ameno, posto infra dui piccoli colli eminenti, in mezo de’ quali correva al mare una grandissima riviera, la quale drento a la foce era profonda et dal mare a la eminentia diquella, col crescimento de l’acque quali trovammo piedi octo, saria passata ogni oneraria nave”

– Il 17 aprile 1524 ” trovammo un posto molto gradevole situato in mezzo ad alcune erte collinette fra le quali scorreva fino al mare una gran corrente d’acqua.”

Era arrivato a New York e la gran corrente d’acqua è l’Hudson river.

Lui aveva davvero trovato l’America!

C uriosità: Flora

New York in America- flora

Giovanni da Verrazzano produce una documentazione precisa delle zone da lui scoperte, le sue 11 cartelle rappresentano l’unico documento scritto sul Nord America del XVI secolo.

Egli battezzò con nomi francesi tutto quello che scoprì. Fece poche eccezioni: la bella collina che porta dall’oceano a New York la chiamò Flora. Un omaggio al “fleur de lis” francese ma senza dubbio anche alla sua Florentia!

 

17 aprile 1524: La scoperta dell’America